Cerca nel blog

Translate

giovedì 31 maggio 2018

Benritrovati tutti!

Buongiorno! 

è molto presto questa mattina, si respira l'aria di primavera e gli uccellini dalla finestra stanno facendo un concerto straordinario. C'è nebbia fuori e questo fa presagire che sarà una calda giornata!

Aprendo il blog, mi sono resa conto da quanto tempo non lo facessi....... si, il 2017 è stato un anno duro, a dire il vero gli ultimi 3 anni sono stati duri, ma il 2017 lo è stato più degli altri! 
La mia vita si è semplicemente trasformata, una tempesta mi ha invaso in pieno e mi ha steso ed io con la mia barca ho cercato di navigare nonostante tutte le correnti contrarie. E' stata dura, ma oggi posso dire di averla attraversata e di essere sopravvissuta, non completamente fuori, ma a buon punto! 
E passata la tempesta, mi ritrovo una persona nuova, che ha ancora tanto da offrire e tanta vitalità dentro! 


Non so perchè durante tutto lo scorso anno non ho scritto neanche un post, forse non me la sentivo, o semplicemente non ho trovato il tempo....non lo so, perchè a dire il vero non me ne sono neanche resa conto! 

Ad ottobre ho perso la mia mamma, velocissimamente in 15 giorni e questo è stato ed è un gran dolore! Ma preferisco saperla felice in cielo, piuttosto che vederla soffrire qui. 

Ma non voglio tediarvi con la mia tristezza; oggi è un giorno nuovo e voglio viverlo appieno..... 
voglio solo dirvi che sono contenta di aver comunicato nuovamente con voi e che mi impegno ad aggiornarvi su tutto ciò che ho fatto e che farò e ......certo vi continuerò a deliziare con le mie ricette inedite e non!

Un abbraccio virtuale a tutti

Baciotti ! 





 

lunedì 11 luglio 2016

In attesa della finale: Bauletti di verza, speck e parmigiano!

            


                  Anche oggi è stata una giornata molto calda, e mettersi ai fornelli è davvero un suicidio! Ma per la finale di Francia-Portogallo avevo voglia di qualcosa di sfizioso..... ho quindi aperto il frigorifero ed in primo piano avevo la scatoletta di Pasta Fillo acquistata qualche giorno fa al supermercato. 



Nel ripiano delle verdure una bella verza e nella scatola degli affettati un bel trancio di speck da affettare e l'immancabile parmigiano. Per questa ricetta va bene anche il gruviera, anzi, probabilmente la ricetta viene esaltata di più, ma non ne avevo in frigo e non avevo nessuna voglia di uscire! 
Ho quindi acceso il ventilatore a pala e mi sono messa all'opera !

Questi gli ingredienti: 
1 quarto di piede di verza 
qualche fetta di speck
50 gr di parmigiano a cubetti 
olio evo 
mezzo bicchiere di vino bianco
 
La preparazione:  
Tagliare la verza a fette sottili 

 
Quindi metterla in una padella con poco olio e poco vino bianco. 


Nel frattempo, mentre la verza cuoce, tagliare a striscette lo speck ed a cubetti il parmigiano. Metterli in una terrina a cui aggiungere la verza una volta cotta!


Procedere quindi alla preparazione dei bauletti. Tagliare i fogli di pasta fillo in 4 parti (sono molto grandi). 


Prendere il primo quadrato e bagnare gli angoli con poca acqua 

 
Mettere al centro un pò di ripieno 



Chiudere cominciando dal basso 


Poi il lato destro
 Quindi il lato sinistro


 Ed infine il lato alto


 Mettere i bauletti in una padella con abbondante olio, se li volete belli croccanti. Io ho preferito cucinarli senza olio in una padella antiaderente. Queste che ho acquistato tempo fa da Kasanova  sono eccezionali. Si può cucinare senza alcun grasso, non attaccano, non si macchiano e restano inalterate nel tempo. In questo momento sono scontate all'80%, se potete, approfittatene! 





Qualche minuto di cottura da un lato e qualche minuto dall'altro. 
Ed ecco la mia cena pronta! 



Nel frattempo, la partita è finita e con mio grande piacere ha vinto il Portogallo! 
Complimenti alla squadra che ha tenuto testa alla Francia....è il riscatto dei più deboli! 
Ora è proprio l'ora di andare a letto. 
Vi lascio con tanti baciotti ed alla prossima !!! 

 



domenica 19 giugno 2016

La mia Vellutata di zucca....


La Zucca è sinonimo di "Autunno", infatti il periodo di raccolta in Italia va da settembre a tutto novembre. Se dobbiamo immaginare l'autunno, zucca e castagne la fanno da padrona.

Viene utilizzata nella cucina di diverse culture: oltre alla polpa, largamente utilizzata in diverse ricette, si utilizzano anche i semi che vengono tostati e salati. 



Ricordo che da bambina non amavo questa verdura, quando andavamo a trovare i nostri parenti a Ferrara, le varie zie e cugine di mio papà,  facevano a gara per farci assaggiare i famosi tortelli di zucca fatti in casa e per me era una vera tortura. 
Ovunque si andava, si mangiavano tortelli di zucca e salama.... e guai a dire che non ti piacevano! Questo possono farlo i giovani di oggi, ai miei tempi non era ammesso! 


Ora invece l'ho davvero rivalutata e fatta entrare a pieno titolo nella mia cucina con la preparazione di tante ricette. 

Nei paesi anglosassoni la zucca è utilizzata per la costruzione della Jack-o'-lantern, caratteristica lanterna rudimentale utilizzata durante la festa di Halloween per scacciare Spiriti maligni che secondo la leggenda vagano sperduti sulla terra e si dice che se una persona o un animale posseduto da uno di questi spiriti si avvicini alla casa in cui è presente una zucca quest'ultima si illumini di un azzurro intenso e lo spirito che tenta di entrarvi viene intrappolato nella fiamma della zucca (wikipedia)


Ormai, l'usanza di tenere le zucche accese o adornare gli ambienti con queste grosse zucche scavate, durante la  notte di Halloween, il 31 di ottobre è diventata parte integrante della cultura italiana. 

Come altri frutti o ortaggi dalla polpa di colore giallo-arancio, la zucca è ricca di sostanze antiossidanti e di beta carotene, un componente che può essere utilizzato dall'organismo per la formazione della vitamina A



L'olio che si estrae dai semi è raccomandato per ridurre il colesterolo in eccesso presente nel sangue. Consumare la polpa della zucca aiuta a prevenire patologie cardiache grazie al suo alto contenuto di antiossidanti. Ha proprietà lassative e permette di migliorare la digestione e l'eliminazione delle tossine a livello dell'intestino e del fegato. 

La mia ricetta preferita è questa vellutata; da quando l'ho assaggiata per la prima volta in un famoso ristorante di Riva del Garda, è diventata un appuntamento fisso durante l'inverno, ma è buona anche tiepida durante le stagioni più calde.   E' semplice da preparare, ma ha un gusto ed una consistenza particolare.... io la adoro! 



INGREDIENTI: 
30 gr di cipolla (facoltativa)
25 gr di olio extravergine d'oliva
200 gr di patate sbucciate e tagliate a rondelle sottili
450 gr di zucca, pelata e tagliata a dadini piuttosto piccoli
(in alternativa potete usare anche la zucca surgelata)
un cucchiaino colmo di dado vegetale Bimby 
(oppure un dado per brodo vegetale)
900 gr di acqua naturale
100 ml. di panna da cucina
2 cucchiaini di curry 



PREPARAZIONE: 


Per prima cosa mettete nel boccale la cipolla tagliata grossolanamente e tritare: 3 secondi a Velocità 5. Riunire sul fondo con la spatola. Aggiungere l'olio evo e cuocere: 3 minuti a 100° a Velocità 1.

A questo punto aggiungere le patate pelate e tagliate a fettine sottili, la zucca pelata e tagliata a dadini piuttosto piccoli (in alternativa potete usare anche la zucca surgelata se non avete quella fresca) aggiungete l'acqua, il dado vegetale e un pizzico di sale grosso e fate cuocere: 30 minuti a 100° a Velocità 1. 

Trascorso questo tempo, frullate per 20 secondi da Velocità 4 a Velocità 8. Aggiungete quindi la panna da cucina ed il curry e fate andare ancora 10 secondi a velocità 4. 

Servite la vellutata di zucca calda in ciotole individuali. Per chi volesse, una spolverata di pepe ci sta bene! 

A questo punto non mi resta che augurarvi una Buona Domenica ! 
Baciotti e alla prossima


 
 








domenica 10 aprile 2016

Torta al limone senza farina - mitica FMD

Ciao a tutti! Qualche tempo fa ho provato questa torta al limone senza alcun tipo di farina, quindi ottima per tutti coloro che non vogliono o non possono consumare carboidrati e per tutti coloro che non possono assumere glutine. 

A me è piaciuta molto e con molto piacere vi posto la ricetta, spero piaccia anche a voi! 

INGREDIENTI: 
1 bicchiere e mezzo di farina di mandorle * 
mezzo bicchiere di zucchero * la scorza ed il succo di un limone non trattato * Acqua * 2 uova intere e mezzo bicchiere di albumi (circa 3) * 1 aroma vaniglia o i semi di una stecca * 1 cucchiaino di bicarbonato * 1 cucchiaino di aceto di mele. 
PREPARAZIONE: 
Mescolare la farina di mandorle con zucchero e bicarbonato. Aggiungere la scorza grattata di un limone. Mettere il succo in un bicchiere ed aggiungete acqua fino a riempire il bicchiere. Aggiungete questo mix all'impasto. 
Mescolate e via via unite le uova, gli albumi, il cucchiaino di aceto di mele e la vaniglia. 
Versare l'impasto in una teglia in silicone per circa 20 minuti a 180°. 
Lasciar freddare, quindi rivoltarla e cospargerla con zucchero a velo. 

Io nella mia ricetta, ho utilizzato xilitolo in egual misura invece dello zucchero.  
Se volete provare questa ricetta ed inviarmi le vostre opinioni, mi farà molto piacere!

Bacioni a tutti 


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...