Cerca nel blog

Translate

sabato 25 agosto 2018

Una piacevole scoperta: la marmellata di fiori di zucca


Ciao a tutti, 

Anche quest'anno Madre Natura ci sta deliziando con i suoi meravigliosi frutti, grazie al lavoro costante e continuo del ns. Padre Ottavio che cura con estremo amore e dedizione tutto il terreno che circonda il collegio, dove, appunto lavoro come cuoca. 

In questo particolare periodo dell'anno siamo pieni di fiori di zucca, come potete vedere dalle immagini e volendo provare a realizzare qualcosa di nuovo, mi sono detta: " se esiste la marmellata di cipolle" sicuramente si puo' fare anche la marmellata di fiori di zucca per accompagnare carni e formaggi e così  ho provato. Il risultato è  stato superpositivo, la consistenza è ottima e assaggiandola si sente il gusto del fiore di zucca, accompagnato dalla nota dolce dello zucchero e dal piacevole profumo di cannella.

In molti mi avete chiesto la ricetta ed eccola qui:

INGREDIENTI:
Per un kilo di fiori di zucca lavati, asciugati e privati del pistillo, del gambo e delle foglioline alla base esterna del fiore
600 gr. Di zucchero
5 tazzine di acqua
Il succo di 3 limoni 
2 cucchiaini di cannella

PREPARAZIONE:
Cominciate con il lavare accuratamente i fiori di zucca che devono essere freschissimi. 
Privateli del pistillo interno giallo, delle piccole foglioline esterne e del gambo. 
Mettete quindi in un frullatore o mixer i fiori di zucca, lo zucchero, l'acqua, il succo di limone e la cannella. Frullate finché  non avete un composto omogeneo. 

Trasferite il frullato in una pentola dal fondo spesso e mettete a fuoco medio per circa mezz'ora - 40 minuti o comunque finché il composto non si è ristretto.
Per verificare che la marmellata sia pronta vale sempre la prova del piattino. In cosa consiste questa prova del piattino? 
Si mette un piatto nel freezer per una decina di minuti dopodiché si prende un cucchiaino di marmellata e si mette sul piatto gelato, quindi se rivoltando il piatto la marmellata resta compatta vuol dire che è pronta, altrimenti fate cuocere ancora. 
Quando la marmellata è pronta va divisa in vasetti precedentemente sterilizzati. Si riempiono i vasetti fino al bordo, quindi si chiude bene il tappo e si capovolge il barattolo. Lasciate che i barattoli si raffreddino, quindi rimetteteli in posizione diritta ed applicate l'etichetta. 
La marmellata così fatta si conserva diversi mesi. Una volta aperto, il barattolo va conservato in frigo e consumato nel giro di qualche giorno. 
Fatemi sapere se la realizzate anche voi e se il gusto piace anche a voi come è piaciuto a me! 
Ora è veramente tardissimo e domani mattina la sveglia è inclemente ! 
Buonanotte a tutti ! 





Questa marmellata si abbina bene con le carni bianche o con formaggi dolci tipo la caciotta, la ricotta fresca ed il pecorino. 







mercoledì 22 agosto 2018

La pizza fatta con il pane raffermo

Ciao a tutti!
Vi avevo promesso questa ricetta per ieri sera, ma poi altri impegni hanno catturato il mio tempo ed eccomi ora qui a darvi questa ricettina che per me è stata davvero una grande scoperta!



So che con il pane raffermo si possono fare tante ricette: dolci o salate e così avendo un po' di pane raffermo che non amo gettare sono andata alla ricerca di qualcosa di nuovo e mi sono imbattuta in questa ricetta tratta dal sito di cucina.fanpage per fare il pane pizza. La ricetta è semplicissima e vi garantisco che il risultato è veramente eccezionale. Croccante e gustosa come la pizza vera!

Io ieri avevo tanti fiori di zucca e quindi mi sono sbizzarrita cosi:


Ecco la ricetta per la pizza di pane:
700 gr. Di pane raffermo
1/2 bicchiere di acqua o q.b
1/2 bicchiere di olio extravergine di oliva o q.b.
Sale q.b.
Fiori di zucca in abbondanza
Mozzarella




Per la preparazione potete utilizzare qualsiasi tipo di pane avete in dispensa: sia quello raffermo, sia quello del giorno prima, da tagliare a cubetti di almeno 1 cm. E' importante che il pane non sia ridotto in briciole o polverizzato. I pezzi di pane nel forno diventeranno croccanti con la cottura. Mettete il pane in una ciotola ed aggiungete l'acqua un pò alla volta, che deve essere tiepida se il pane è molto duro.  
Aggiungete quindi l'olio di oliva per insaporire il pane. Mescolate con le mani per distribuire meglio il condimento e per amalgamare il composto. Mettete le briciole di pane in una teglia foderata con della carta forno e appiattite per creare la base per la vostra pizza. 


Io preferisco metterla 10 minuti nel forno già caldo prima di procedere con il condimento; ma la ricetta originale dice di procedere subito con il condimento. 

Dopo aver fatto asciugare in forno per 10 minuti la base, ho letteralmente coperto di fiori di zucca tagliati a pezzi, pomodorino tagliato a pezzetti ed abbondante mozzarella! 
Questo il risultato finale! 
Buona da morire !! 
Provatela anche voi e fatemi sapere il risultato o il Vostro parere! 



Precedentemente l'ho fatta anche così!




Alcune ricette della pizza di pane prevedono il pane in ammollo in acqua: evitate questo passaggio se non volete ottenere una pizza molliccia. Il pane deve essere bagnato solo un po', non deve essere perfettamente compatto come avviene per l'impasto delle polpette. Nel caso della pizza di pane, resterà disunito ma, a poco a poco, prenderà comunque forma! 

Baciotti 



giovedì 31 maggio 2018

Benritrovati tutti!

Buongiorno! 

è molto presto questa mattina, si respira l'aria di primavera e gli uccellini dalla finestra stanno facendo un concerto straordinario. C'è nebbia fuori e questo fa presagire che sarà una calda giornata!

Aprendo il blog, mi sono resa conto da quanto tempo non lo facessi....... si, il 2017 è stato un anno duro, a dire il vero gli ultimi 3 anni sono stati duri, ma il 2017 lo è stato più degli altri! 
La mia vita si è semplicemente trasformata, una tempesta mi ha invaso in pieno e mi ha steso ed io con la mia barca ho cercato di navigare nonostante tutte le correnti contrarie. E' stata dura, ma oggi posso dire di averla attraversata e di essere sopravvissuta, non completamente fuori, ma a buon punto! 
E passata la tempesta, mi ritrovo una persona nuova, che ha ancora tanto da offrire e tanta vitalità dentro! 


Non so perchè durante tutto lo scorso anno non ho scritto neanche un post, forse non me la sentivo, o semplicemente non ho trovato il tempo....non lo so, perchè a dire il vero non me ne sono neanche resa conto! 

Ad ottobre ho perso la mia mamma, velocissimamente in 15 giorni e questo è stato ed è un gran dolore! Ma preferisco saperla felice in cielo, piuttosto che vederla soffrire qui. 

Ma non voglio tediarvi con la mia tristezza; oggi è un giorno nuovo e voglio viverlo appieno..... 
voglio solo dirvi che sono contenta di aver comunicato nuovamente con voi e che mi impegno ad aggiornarvi su tutto ciò che ho fatto e che farò e ......certo vi continuerò a deliziare con le mie ricette inedite e non!

Un abbraccio virtuale a tutti

Baciotti ! 





 

lunedì 11 luglio 2016

In attesa della finale: Bauletti di verza, speck e parmigiano!

            


                  Anche oggi è stata una giornata molto calda, e mettersi ai fornelli è davvero un suicidio! Ma per la finale di Francia-Portogallo avevo voglia di qualcosa di sfizioso..... ho quindi aperto il frigorifero ed in primo piano avevo la scatoletta di Pasta Fillo acquistata qualche giorno fa al supermercato. 



Nel ripiano delle verdure una bella verza e nella scatola degli affettati un bel trancio di speck da affettare e l'immancabile parmigiano. Per questa ricetta va bene anche il gruviera, anzi, probabilmente la ricetta viene esaltata di più, ma non ne avevo in frigo e non avevo nessuna voglia di uscire! 
Ho quindi acceso il ventilatore a pala e mi sono messa all'opera !

Questi gli ingredienti: 
1 quarto di piede di verza 
qualche fetta di speck
50 gr di parmigiano a cubetti 
olio evo 
mezzo bicchiere di vino bianco
 
La preparazione:  
Tagliare la verza a fette sottili 

 
Quindi metterla in una padella con poco olio e poco vino bianco. 


Nel frattempo, mentre la verza cuoce, tagliare a striscette lo speck ed a cubetti il parmigiano. Metterli in una terrina a cui aggiungere la verza una volta cotta!


Procedere quindi alla preparazione dei bauletti. Tagliare i fogli di pasta fillo in 4 parti (sono molto grandi). 


Prendere il primo quadrato e bagnare gli angoli con poca acqua 

 
Mettere al centro un pò di ripieno 



Chiudere cominciando dal basso 


Poi il lato destro
 Quindi il lato sinistro


 Ed infine il lato alto


 Mettere i bauletti in una padella con abbondante olio, se li volete belli croccanti. Io ho preferito cucinarli senza olio in una padella antiaderente. Queste che ho acquistato tempo fa da Kasanova  sono eccezionali. Si può cucinare senza alcun grasso, non attaccano, non si macchiano e restano inalterate nel tempo. In questo momento sono scontate all'80%, se potete, approfittatene! 





Qualche minuto di cottura da un lato e qualche minuto dall'altro. 
Ed ecco la mia cena pronta! 



Nel frattempo, la partita è finita e con mio grande piacere ha vinto il Portogallo! 
Complimenti alla squadra che ha tenuto testa alla Francia....è il riscatto dei più deboli! 
Ora è proprio l'ora di andare a letto. 
Vi lascio con tanti baciotti ed alla prossima !!! 

 



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...