Cerca nel blog

Translate

mercoledì 28 luglio 2010

Curiosando qua e là: Menta Piperita... il mal di mare si cura anche così!

Sfogliando vecchie riviste che custodisco gelosamente nella libreria, mi è saltato all'occhio questo articolo che potrà interessare molti di voi intenti a partire per le vacanze e che, pur soffrendo di mal di mare, dovranno viaggiare in traghetto o aliscafo. Non ho sperimentato il metodo, ma ve lo trasferisco così come è riportato nella rivista "Casa in fiore" n.8 di agosto 2000. Se volete provare, mi farà molto piacere ricevere i vostri commenti con i risultati ottenuti! 

Via il mal di mare con la Menta Piperita !

La piantina di menta che arricchisce il mio balconcino!
La menta piperita cresce principalmente nelle regioni del nord ed è coltivata soprattutto per l'olio essenziale. Sembra derivi da un incrocio tra Mentha acquatica e Mentha viridis. E' una pianta perenne con i fusti alti 50-60 cm. Le foglie sono opposte, ovali, ristrette alla base ed acuminate all'apice. I fiori formano una spiga, il calice ha 5 denti, la corolla è violetta, divisa in 4 lobi. Per la preparazione dei rimedi officinali si usano le foglie o la parte aerea della pianta, da raccogliere in luglio-agosto recidendo i fusti 10-20 cm sotto i fiori. Foglie e fiori si essicano all'ombra ed all'aria e si conservano in contenitori di vetro. 
L'infuso durante il viaggio  
L'infuso di foglie di menta aiuta contro la chinetosi - Si procede così: versare in una tazza di acqua bollente 1 cucchiaino di foglie essicate* macerare 10 minuti, filtrare, aggiungere 1/2 cucchiaino di miele* versare il liquido in una bottiglietta da 100 ml.  ed assumerne un cucchiaio ogni ora di viaggio* l'infuso ha un effetto tonico per l'organismo e contrasta la nausea ed i conseguenti conati di vomito. 
In tintura 
La tintura di menta si trova nelle erboristerie. Si assume in 2- 3 gocce sopra una zolletta di zucchero (una zolletta per ogni ora di viaggio). 
Ci sono anche miscele specifiche a base di menta, eucalipto e pino: la menta è però il rimedio più indicato!!!!

o con i chiodi di garofano!

I chiodi di garofano sono i frutti di un albero sempreverde, alto fino a 12m. con la chioma tondeggiante. Il chiodo di garofano è una bacca allungata, marrone non troppo scuro, ha in genere 2 logge con molti semi. Si raccoglie prima che fiorisca, si separa dal picciolo e si essica al sole.  Per combattere la nausea da chinetosi, basta masticare un chiodo di garofano durante gli spostamenti * Con i chiodi di garofano si può anche preparare il decotto, da conservare e da assumere c0me per la menta piperita, un cucchiaio ogni ora di viaggio. Per prepararlo è sufficiente versare un cucchiaino di chiodi di garofano in 100 ml. di acqua, far bollire un minuto, lasciar macerare 15 minuti e filtrare.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono la cosa più bella di questo blog, perchè mi aiutano a confrontarmi con il mondo esterno per conoscere le vostre opinioni e seguire i vostri consigli ! Lasciate un commento ed io sarò felice di leggerlo e di rispondervi! Se sei anonimo, lascia un nome o una e.mail per poterti rispondere. Fanny

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...