Cerca nel blog

Translate

martedì 7 settembre 2010

Le Scuole: viaggio nel mondo del punto a croce: Terza tappa

Eccoci di ritorno, dopo una lunga assenza dovuta alle vacanze estive, ma ora, non perdiamo tempo ed andiamo veloci veloci verso la realizzazione del nostro primo semplice ricamo!

Come dicevamo nella nostra prima lezione, un lavoro a punto croce ben eseguito deve avere un rovescio perfetto, senza intrecci, nè nodi o brutte affrancature.
Per ottenerlo, occorre conoscere la tecnica che non è difficile, basta seguire, passo passo tutte le indicazioni. 


Guardando il diritto del lavoro si vede che la caratteristica del punto a croce è la crocetta che si ottiene lavorando in diagonale due punti, uno di apertura ed uno di chiusura, muovendo l'ago con la punta rivolta verso l'alto o verso il basso 







per essere "perfetto" il rovescio del lavoro deve avere solo una serie di lineette perpendicolari come indica la foto. Ora vediamo come ottenerlo 







Per iniziare il lavoro occorre affrancare il filo. Prima di tutto occorre individuare il punto di partenza riportato nello schema. Qualora non fosse indicato occorre contare tutte le crocette dello schema e tutti i quadratini della tela, per verificare esattamente la posizione del disegno e stabilire quindi il punto di inizio che è sempre la riga orizzontale più lunga. Una volta che l'avete individuata, iniziate il ricamo seguendo le indicazioni che seguono: l'ago andrà dal basso verso l'alto o dall'alto verso il basso secondo il punto che si sta eseguendo. 
Per affrancare il filo di inizio del lavoro ci sono 3 possibilità: 
1) all'incrocio di due fili 
 Infilate l'ago con un solo filo di cotone Mouliné, puntatelo, dal diritto del lavoro, all'incrocio dei due fili che formano l'angolo in basso a sinistra del quadretto
Tirate la gugliata fino a poter sfilare l'ago; il filo è così fissato al tessuto senza formare nodi sul rovescio

Raddoppiate ora il filo ed infilate l'ago ottenendo così i due fili di cotone Mouliné solitamente usati per il ricamo a punto croce. Iniziate ora a lavorare la prima diagonale di apertura prendendo un quadretto di tela Aida. Seguite poi lo schema per il proseguimento del lavoro. 

2) con la trama
a) Sul diritto del lavoro passate l'ago sotto i due fili di trama (fili orizzontali del tessuto). 










b) tirate il filo lasciando sporgere solo l'estremità della gugliata e passate nuovamente l'ago sotto i due fili di trama uscendo in basso a sinistra così da fermare il filo.
 

c) eseguite il primo punto obliquo  di andata puntando l'ago verticalmente dall'alto verso il basso.



d) procedete nel lavoro seguendo la tecnica più adatta. 








3) con l'ordito
a) sul diritto del lavoro passate l'ago sotto i due fili di ordito(fili verticali del tessuto) 

 




b) tirate il filo lasciando sporgere solo l'estremità della gugliata e passate nuovamente l' ago sotto i due fili di ordito uscendo in basso a sinistra così da fermare il filo. 
c) Eseguite il primo punto obliquo di andata puntando l'ago verticalmente nel tessuto dall 'alto verso il basso










d) procedete nel lavoro seguendo la tecnica più adatta.
 










Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono la cosa più bella di questo blog, perchè mi aiutano a confrontarmi con il mondo esterno per conoscere le vostre opinioni e seguire i vostri consigli ! Lasciate un commento ed io sarò felice di leggerlo e di rispondervi! Se sei anonimo, lascia un nome o una e.mail per poterti rispondere. Fanny

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...